Ed ancora una volta eccomi qui, davanti ad una finestra. Guardo lontano in cerca di una via di fuga.
Fuori è ormai buio. Fa freddo e questo freddo io lo sento in ogni singola fibra del mio corpo e, quel che è peggio, del mio cuore.
Mi sono illusa, credevo che qualcosa fosse cambiato tra noi, che tu finalmente ti fossi reso conto di quel che sono io ora, di quello che potremmo essere insieme, ma stasera è cambiato tutto.
Di nuovo.
Non so se prendermela per il tuo essere ancora infantile o per la tua cecità. A dir la verità non riesco proprio a prendermela.
Oramai non ce la faccio più. Non sembro nemmeno io. Chiunque si stupirebbe davanti alle mie lacrime da ragazzina. Lacrime che mi feriscono, che mi fanno capire quanto io abbia bisogno di te, sentimenti che stanno diventando via via più evidenti, ma che a te sembrano estranei. Mi sono presa troppo in giro, mi sono detta troppe volte di continuare a sperare, che tu saresti arrivato, che tu mi avresti aperto le porte del paradiso.
Adesso basta. Mi fa male mettere nome “finito” a tutto ciò, al mio bel sogno, perchè tu comunque mi sarai sempre intorno, mi farai ridere, mi farai inquietare, mi farai sentire importante, mi farai felice e mi ucciderai allo stesso tempo proprio per questi motivi. Averti accanto senza averti davvero. Amarti e doverti dimenticare. Riportare tutto a come era prima. Amici... nulla più.

Posta una recensione

Devi fare il login (registrati) per recensire.