Recensioni Per Lo scrigno dei sogni
Devi fare il login (registrati) per recensire.
  • Happy Feather
  • 14/10/13 - 12:45 pm
  • Delizie d'amore

Recensire un racconto del genere non è facile e il rischio della non comprensione è di buttar giù a casaccio parole rozze e prive di qualunque significato o nesso con la storia in questione.
Capita, ma spero che non sia il mio caso: cercherò di recensire dando il mio parere su questa storia, sperando di averne carpito il senso.


Scrivere replicando sensazioni che non percepiamo solo con gli occhi non è cosa facile, soprattutto quando si parla di un racconto che contiene dell'erotismo assieme ad una tangibile scia di amore per il personaggio maschile della stessa, cosa che si percepisce molto bene attraverso le parole di questo breve componimento.
In un racconto pornografico non si parla mai di amore, o di sogni, e se anche vengono accennati essi sono strumentali all'atto sessuale in sè, e perdono di valore.

Non è questo il caso, perchè l'autrice ha rimarcato più volte il sentimento che lega e unisce i due protagonisti.
Si sa, il nostro piacere passa attraverso i cinque sensi e il legame tra eros e cibo è cosa nota a tutti (cioè, dovrebbe...) così, spesso un primo appuntamento ha come sfondo l’atmosfera romantica di un ristorantino.
In questo caso l'appuntamento non è tra due persone qualunque, non replica esattamente la realtà, ma si immerge nella fantasia, delineando uno scenario diverso in cui erotismo e cibo si mescolano e si fondono assieme in un gioco romantico e sensuale.

Questa storia l'ho appunto recepita come un gioco sensuale tra innamorati, fatto di parole, di gesti e di sensazioni che vanno a toccare quasi tutti i nostri sensi.  
Al contempo non si ferma agli impulsi e al desiderio di sessualità che comunque ognuno di noi prova, desidera, immagina e realizza nei confronti della persona che ama (salvo eccezioni represse da docce fredde, presumo... ) ma si spinge oltre, andando all'animo del personaggio e sotto un certo profilo "curandosi di lui", non solo del suo corpo ma anche della sua anima.
La donna di questa storia non è interessata solo al corpo del mago, ad avere un rapporto sessuale con lui, ma... lo ama! E il suo amore la spinge a percepire il dolore attraverso gli occhi di Severus e cerca di lenire le sue sofferenze entrando in contatto con lui, sì, anche fisicamente.
Potrei dire giocosamente che lo "prende per la gola", in tutti i sensi, con un menù in cui non solo il cibo è un’arma di seduzione molto potente, e così il piacere da sempre negato e oscurato dal dovere, emerge e trionfa vittorioso regalando un momento di serenità a entrambi.
Qualche scelta personale dell'autrice in termine di vocaboli, condivisibile o meno, la storia è scritta bene, con termini a volte anche ricercati che si intarsiano bene nel mosaico globale.

Una storia godibile, quindi, non solo per i due protagonisti.

  • Agrifogliofelicis
  • 31/08/13 - 12:32 pm
  • Delizie d'amore

Non disdegno le storie romantiche ed erotiche, specie quelle di ambientazione fantastica. Ma questo è un raccontino porno e non mi piace il porno. E non penso che piacerebbe nemmeno alla signora Rowling.

Pensavo fosse una storia romantica, ma ho proprio sbagliato. Ci sono molti riferimenti 'mascherati' al sesso [molto rozzi] che disturbano la lettura [il dito che si infila a fondo nella marmellata e il 'biancore d’innocenza violato dal sangue d’una mora' fa pensare a uno sverginamento.]

In certe righe è ridicolo, perchè Ida59 ha cercato di rendere solenne una storia pornografica. E' come cercare di rendere elegante un monello che si rotola nel fango.

Quante volte ha ripetuto 'panna'?

Espressione disgustosa quei 'cespugli del pube'. Leggerla e collegare anche il cioccolato e il cibo mi ha fatto schifo, alla fine della storia avrei scritto che era meglio andare a fare una doccia.

 



Risposta dell'Autore:

La storia è indicata come erotica e VM14, quindi direi che gli avvertimenti c'erano.

I gusti sono gusti, è evidente, e molto spesso la malizia o la pornografia sono solo negli occhi di chi legge e non di chi scrive. Se nel lettore, poi, v'è anche l'incapacità a comprendere il vero significato delle metafore  e le travisa in "rozzo" sesso, beh, quello è un problema del singolo lettore.

Vuoi un esempio?

Hai citato il 'biancore d’innocenza violato dal sangue d’una mora' che per te fa pensare a uno sverginamento. Bene, la frase inserita nel suo contesto integrale, però, è questa:

E’ lui che sta per intingere, ora, le dita nella soffice panna, biancore d’innocenza violato dal sangue d’una mora. La sua mano si ferma, per un istante trema, e il dolore che troppo bene conosco torna con un lampo crudele e inatteso a ferire i suoi occhi. Li chiude, li stringe, e a fatica deglutisce l’ultima goccia del sogno della crema dorata. Non voglio che l’incanto si spezzi, non voglio che soffra ancora, no, non adesso che ero finalmente riuscita a regalargli un piccolo momento sereno. Quando il suo sguardo torna a volgersi alla tavola, il candore della panna è di nuovo magicamente intatto e i suoi occhi mi ringraziano, rassegnatamente neri.

Ecco, diciamo il vero, più che a uno sverginamento io penso invece al sangue di cui le mani di Piton si sono sporcate, macchiando per sempre la sua innocenza quando ha scelto di far parte dei Mangiamorte. Penso al suo dolore e al rimorso che prova, non certo al sesso, né in queste frasi vedo pornografia.

Anche perchè c'è una gran differenza tra pornografia ed erotismo. Ritengo che nella mia storia ci sia erotismo e che sia ben esplicito; di conseguenza, non ho certo avuto bisogno di fare alcuna allusione mascherata al sesso, in quanto tutto è tranquillamente alla luce del sole. Certo, ho unito sesso e cibo e questo ti ha evidentemente disturbato, così tanto da indurre il sospetto che  magari per te possa esserci qualche problemino sia con il sesso sia con il cibo. Poi posso beninissimo anche sbagliarmi alla grande, sia chiaro, mica ti conosco...

Molto bella, complimenti
  • _morgana_
  • 25/01/10 - 11:07 am
  • Il vento della sera

ma lei chi è? o meglio a chi hai pensato mentre la scrivevi? cmq è molto bella



Risposta dell'Autore:

E' semplicemente una donna che lo ama e che lui ricambia. Non ha importanza chi sia, ma solo il fatto che esista e, quindi, crei per Severus un futuro diverso da quello che JKR ha stabilito per lui.

Non ho pensato a nessuno in particolare, mentre scrivevo. Posso essere io, oppure tu: è una donna in cui qualsiasi lettrice può facilmente, se lo desidera,identificarsi, visto che non ne fornisco alcuna descrizione.

Questa storia appartiene alla raccolto "Lo scrigno dei sogni" che non è un titolo scelto a caso.

Nessun risultato trovato.
Devi fare il login (registrati) per recensire.