Harry Potter
Altri risultati: 16 Serie
Storie

Harry Potter è affidato ai suoi zii babbani, che non lo amano e lo maltrattano. Ma c'è un'altra famiglia che vorrebbe prendersi cura di lui. Per chi, come me, pensa che tutti i bambini meritino di essere amati per quello che sono. AVVERTENZE: - In questa storia Harry e Draco sono fratelli, non hanno una relazione di tipo "romantico" - I personaggi sono molto OOC. - La time-line è modificata.

(8155 parole, pubblicata 13/08/20)

The Hippogriff Club di Jace94

«Ragazzi, non vi ho chiesto una cosa».
Nessuno dei tre aprì bocca, ma guardarono Marius in attesa che continuasse a parlare.
«Harry Potter e i suoi due amici… a che casa appartenevano?».
«Grifondoro… casa dei coraggiosi», rispose Astrid.
Marius rifletté, cullato dal battello.
«Non so dove finirò, ma spero che ci siate anche voi», disse sereno.
«Oh beh, anche a me piacerebbe», concordò Noah.
«Non so se ti potrei sopportare a lungo, parli davvero un sacco», rifletté Ruben. «Ma potrei abituarmici», aggiunse in risposta al suo sguardo di rimprovero. «Forse», terminò, facendo ridacchiare i tre compagni.
«M-mi sono trovata bene con voi oggi… S-sarebbe bello, sì. E poi Wizzy non è male», affermò Astrid imbarazzata e pensierosa.

(4648 parole, pubblicata 27/05/20)
"Voldemort, infatti, non era mai sembrato tanto concreto e pericoloso come in quel momento. Con il portamento posato e altero di Tom Riddle, sfidava il suo avversario con orgoglio e sicurezza."
Eppure non sempre le cose sono quello che sembrano... (1461 parole, pubblicata 16/08/19)

Hateful di howdigetsofaded

"Improvvisamente, mentre stava per smistare un ragazzino il cui cognome iniziava con la T, si bloccò. In sala era entrato qualcuno. O qualcosa. Sentì non una, ma due voci. Una delle due non credeva di averla mai sentita, era solo il ricordo di un'altra voce. L'altra, però, l'aveva sentita una, due, tre volte. L'aveva sentita quando ancora era acerba, ma lui aveva capito subito che avrebbe portato a grandi imprese, terribili, sì, ma grandi.
L'aveva sentita flebile, senza riconoscerla, dentro un altro.
L'aveva sentita quest'estate, oscura e confusa, dentro all'oggetto che sapeva pensare portato all'interno dello studio del preside.
Per la prima volta, si sentì quasi andare a fuoco. Il bambino sotto di lui si tolse velocemente gridando, davanti a una sbigottita professoressa McGranitt. In quel momento, il silenzio scese nella Sala Grande, e il cappello lo percepì poiché tutti i pensieri erano silenziosamente rivolti a lui. Ma il cappello aveva attenzioni solo per colui che possedeva due voci."

(11824 parole, pubblicata 08/01/18)

Angelo di VeryHermy

"Pace. Finalmente pace. Perché non riesco a sentirla appieno sulla pelle?" (1823 parole, pubblicata 09/06/19)

Ritorno a Hogwarts di Ida59

L'Espresso per Hogwarts sta partendo. Nuvole bianche di vapore e sua figlia è lì, imbronciata come non mai.

(2407 parole, pubblicata 03/01/19)

Invito per Halloween di Ida59

Un invito ripetuto. Un invito accorato. Un invito a incontrare il futuro.
Si tratta del prequel della mia fiction "Temperance", cui sono molto affezionata. In effetti, "Temperance" è stata scritta parecchio tempo prima di "Invito per Halloween", pur se è ambientata pochi giorni dopo questa storia.

(2892 parole, pubblicata 02/08/18)

La neve danza sul cremisi di Natsu_94

È una one shot e parte da un punto ben definito della trama della saga, Draco era appena tornato ad Hogwarts e stava cercando di adempiere la missione assegnatagli dal signore oscuro, ovvero uccidere Silente. Nei suoi vari tentativi per sbaglio stava quasi uccidendo il capitano della squadra femminile dei Grifondoro, il biondo si trovava nella sala grande dopo che la ragazza si era ripresa e vedendola parlare con Harry si dirige nei bagni. E da qui parte la mia storia.

 

(703 parole, pubblicata 20/05/18)

Le maschere di Severus Piton di Ida59

Un lungo confronto finale tra Harry e Severus Piton, nel corso del quale l’odiato mago toglierà una a una tutte le sue maschere mostrandosi al ragazzo per l’uomo che realmente è.

(14407 parole, pubblicata 02/04/18)

Questa storia è stata scritta a quattro mani da me e da Madame_Padfoot.

"Draco Malfoy percorse a grandi passi la distanza, ormai breve, che lo separava dalla sua meta.
Aprì bruscamente la porta di un ufficio e vi si fiondò all'interno. Giunto al centro della stanza, sbatté il pugno della mano destra, con estrema rabbia, sul piano in mogano di una pregiata scrivania, lasciandovi sopra un oggetto: sembrava un semplice fazzoletto di cotone, color panna, su di un angolo del quale si potevano scorgere le lettere "H.P.", ricamate con un dozzinale filo bordeaux."

[Drastoria - Hinny - Romione - Sorpresa!]

E ricordate, si fa per ridere!

(6311 parole, pubblicata 26/02/18)

Nient'altro di Uncle Vernon

 Harry e Hermione, abbandonati da Ron, rimangono da soli alla ricerca degli Horcrux. Un catastrofico evento cambierà il loro rapporto e le sorti della storia che tutti noi conosciamo.
*
Una storia di amore e di amicizia in un mondo segnato dall'odio e dalla desolazione, che mantiene sempre vive le caratteristiche di un avvincente e coerente racconto d'avventura.
*
Avvertenze: alcuni capitoli contengono dettagliate descrizioni di atti sessuali.

(3124 parole, pubblicata 15/01/18)

Dal Prologo
"Le ultime luci dell’alba, tremolanti mentre lasciavano posto al giorno, disegnavano pallide ombre azzurrine sulle case quadrate di Little Whinging.
La cittadina, che di solito pullulava di zelanti signore intente alla cura maniacale del proprio giardino e di panciuti impiegati muniti di pompa e idrante per il lavaggio di auto scolorite, era avvolta in un dolce torpore: la si poteva quasi sentir respirare, come il lento e ritmato alzarsi e abbassarsi del petto di un bambino.
Solo il sonnacchioso, ovattato e beatamente felice silenzio."
L'ennesima fanfiction su Harry Potter... O forse no?

(6059 parole, pubblicata 17/11/17)

Sirius Black deve fare i conti con i mostri del suo passato, la preoccupazione per il futuro e i tormenti del suo presente. 

A complicare le cose, la presenza di un giovane membro dell'Ordine della Fenice, che sembra tirare fuori tutto il peggio di Black. 

Dal II capitolo: "Sentii che stavo perdendo il controllo, e prima che potessi cercare di pensare lucidamente mi avventai su di lei. Ma invece di colpirla, mi ritrovai a premere con urgenza le mie labbra contro le sue. Non volevo pensare, non volevo ragionare. Volevo solo continuare a sentire quel corpo esile e sodo premuto contro il mio, affondare le mani in quella cascata di seta spettinata che erano i suoi capelli, sentire le sue labbra morbide schiudersi sulle mie".

 

 

(9398 parole, pubblicata 13/05/17)

Harry nasconde un segreto ai suoi amici, e un pezzo di questo segreto non lo conosce nemmeno lui.

(2483 parole, pubblicata 18/04/17)

I sogni restano sogni di Padmini

La guerra è finita, ma Harry è tormentato da uno strano sogno che lo sta lentamente facendo impazzire.

-------------------------------

“Ginny … non so cosa farei, senza di te …”
Non pianse, non quella volta. Aveva già versato tante, troppe lacrime, in quel momento aveva solo voglia di sentirsi amato e di dare il suo amore a lei.
“Mi dispiace … sarei dovuto venire io da te, tanto tempo fa, ma ...”
Lei sciolse l'abbraccio per poterlo di nuovo guardare e gli posò un dito sulle labbra.

(4769 parole, pubblicata 10/02/17)