Ladyhawke [Contatta]

Nome reale
Francesca
Iscritto dal
28/11/05
Status
Amministratore
Beta-reader
No
Sito web
http://ladyhawke87.iobloggo.com
Fice SECONDA!

PhotobucketPhotobucket

Photobucket



Inquieta come solo nei momenti di noia so essere, ho deciso, credo per la milionesima volta, di ripresentarmi. E che Merlino ce la mandi buona. Ho cercato un po' una buona citazione letteraria da infilare qui ma, ovviamente, nel momento del bisogno il cervello si rivela traditore, lasciando enormi palle di erba secca a rotolare in un deserto degno da film Western che alberga dentro alla mia testa XD.

Ladyhawke, nome da sapore vagamente romantico, scelto nel lontano 2004 semplicemente perchè è il titolo di uno dei miei film preferiti. Uno di quelli che vedi quando sei piccola e di cui ti innamori perdutamente, e che riguardi fino alla nausea con gli occhi a forma di cuore XD. Ulteriore vantaggio è la sua abbreviazione in Lady, particolarmente congeniale a me che amo le corone, i vestiti lunghi dei secoli passati, le armi, i gioelli e il potere dei sovrani dei regni di una volta. Insomma, volevo un tocco di nobiltà e me lo sono preso, alla facciazza di tutti!
Nella vita reale mi chiamo Francesca, nome bello e banale, e sono una vittima del quinto canto dantesco, da cui il nome fu preso. Il che mi ha causato continui infarti durante le ore di italiano al liceo, quando mi svegliavo bruscamente dai miei sonnacchiamenti temendo che la prof. volesse chiedermi qualcosa. Anni di vita persi e Inferno quasi assicurato, dunque. Non me ne dispiaccio, visto che la compagnia laggiù pare simpatica e vivace! Classe 87, studio storia dell'arte a Bologna e mi sto candidando con successo ad entrare nell'allegra brigata dei senza fisso lavoro. Ho diverse personalità e diversi superpoteri in grado di alienarmi favolosamente dalla mia noiosa vita. Sono un clown involontario, e mi diletto a pavoneggiarmi, dire doppi sensi e oscenità di cui troppa gente è stata testimone. Sono timida, fredda e glaciale come la regina delle nevi, e serve un phon, o il solletico per sciogliermi. Sono dispotica, cinica, lievemente nazista come Lucy Van Pelt, una delle mie ingombranti personalità. Adoro ridere, adoro pirleggiare, cazzeggiare e urlare. Sono facile alla rabbia e irritabile come un barattolo di glicerina, anche se spesso, quando sono così, la gente mi ride in faccia. Ho fatto mio il cinismo di Oscar Wilde, assorbito quando ero ancora sufficientemente piccola da perdere ogni possibilità di recupero. In breve, sono un corvo del malaugurio.
Leggo da un sacco di tempo, e leggo tanto. Fervida credente nel campo delle seghe mentali, vivo da così tanto tempo nel mondo dei sogni che la mia presenza mentale nel mondo reale non è sempre garantita. Scrivo perchè è divertente e perchè così posso liberare memoria sull'hard disc mentale per potermi fare nuovi trip.
Sono spesso in delirio tra un eccesso euforico e uno depressivo, indecisa se buttarmi finalmente nella mischia o restare a guardare in tribuna.

Amo i romanzi storici, le storie avventurose, e sono fermamente convinta che lo spettro delle emozioni umane sia molto più ampio dei languidi amori da letteratura cortese, che mi istigano infantili conati di vomito per la repulsione. Oltre a Wilde leggo Harry Potter, la Austen, la Zimmer Bradley, la Carey, insomma tanta letteratura anglofona e un po' di altre cose miste, ascolto i Queen, gli U2, i REM, i Depeche Mode, le canzoni sceme e altre varie cose XD, soprattutto su youtube o quando sono in giro. Stimo molto il Doctor Who, Haruhi, Pascal, Maximus ed Ermete Trismegisto, i quali, per diversi motivi, mi hanno dato grandi soddisfazioni. Insieme a Septimus e Snoopy, mi pare ovvio.

Riguardo a ciò che scrivo... be', tutto e niente. Ho iniziato con storie brevi e tristi, e poi mi sono buttata sul comico andante, o forse proprio demenziale. Scrivo soprattutto di Harry Potter, perchè è un fandom a cui devo tante cose, tra cui belle, bellissime amicizie, e qualche idea mi viene sempre fuori, magari inventando personaggi letteralmente... be', temo inquietanti XD. Mi diverte scrivere di bambini, perchè sono involontariamente comici, ma non vorrei mai averne per casa.
Insomma c'è chi si dà al sesso, droga e rock'n'roll... io mi sono data a questo XD.




Ecco dove puoi trovarmi:

Il mio blog Nightmare

Il mio blog delle storie

Deliri nel contesto, per odiare l’arte con classe

Pazzo blog co-gestito con Alektos. Deliri potteriani, più che altro XD


[Segnala]
 
Storie di Ladyhawke
Nell'Ungheria del 1300 essere una strega o un mago non è impossibile, ma decisamente complicato. Bisogna nascondersi, fingere di non avere niente a che fare con pratiche considerate demoniace e bisogna farla franca davanti ad Inquisitori e ministri di Dio. Di uno Statuto di Segretezza si continua a parlare, ma niente è stato deciso. In questo clima è cresciuta una bambina che, da adulta, verrà ricordata come Guengalina la Guercia, colei che finì sul rogo ben trentasette volte. (15429 parole, pubblicata 04/11/11)

Ronda Notturna di Ladyhawke

Passeggiare per Hogwarts di notte equivale, per Argus Gazza, ad una bella battuta di caccia. Con la sua gatta non resta che fiutare la preda, inseguirla e stanarla. Eppure, in certe notti, tutto quello che si può stanare è una notizia sensazionale.
Storia terza classificata al Contest di Writers Arena Rewind "That night" (511 parole, pubblicata 27/12/11)

Muckross House di Ladyhawke

Se Sirius Black fosse vissuto in un mondo in cui la guerra magica si fosse conclusa nel 1981 senza troppi disastri ,avrebbe scoperto di essere l’erede universale della sua famiglia, nonostante tutto. Il che significa che Grimmauld Place non è il solo luogo ora di sua proprietà, anche se cercherà di mantenere il segreto su ciò. Peccato che Cornelia Lethifold, sua attuale ragazza, abbia un notevole fiuto per i segreti della famiglia Black. Che ne sarà di Muckross House? (8118 parole, pubblicata 18/07/11)
Conrad Lethifold è un mago qualunque, con una vita qualunque e una famiglia equamente divisa tra Babbani e maghi che ama e detesta allo stesso modo. Primo di quattro fratelli, privo di sentimentalismi, cinico e indifferente quasi a tutto, è costretto a rapportarsi ogni giorno con personaggi al limite del grottesco. Eccovi dunque uno spaccato di vita magica inglese in due atti, e i normali psicodrammi di una famiglia da un POV (punto di vista) tutto particolare (4883 parole, pubblicata 15/08/11)

Carineria di Ladyhawke

A volte non conta quello che hai passato, le paure che hai vinto, le guerre nelle quali hai combattuto. Nessun sacrificio, nessun dolore può fare di noi quello che siamo senza un po' di autoironia.
Storia partecipante alla Drunk Challenge di writers Arena (1912 parole, pubblicata 09/07/11)

Una vita facile di Ladyhawke

Peter Minus ha compiuto scelte importanti, nella sua vita. Da ragazzo ha scelto di trasformarsi in un topo per aiutare un amico nel momento del bisogno. Da adulto, ha preferito degradarsi ad una vita da roditore per non pagare il prezzo delle proprie azioni e, in definitiva, dei propri limiti. Ma è dura vivere sempre sotto le sembianze di Crosta.
Questa storia partecipa alla One Hundred prompt challenge (646 parole, pubblicata 23/05/11)

Istinto materno di Ladyhawke

Anno 1985: da un bel pezzo, ormai, Hogwarts non sa più dove raccattare un insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure, perchè questi puntualmente, ad ogni giugno, svaniscono lasciando il Preside con un pugno di mosche. Ad Albus Silente non resta dunque che ripiegare su conoscenti, amici e tutti coloro che sono disposti a fargli questo favore. Nessuno ha fatto però i conti con Severus Piton, docente di Pozioni che concupisce la cattedra di Difesa da anni. Sarà inevitabilmente guerra: chi la spunterà?
Vincitrice del contest di Writers Arena: Hey, teacher, leave them kids alone! (7552 parole, pubblicata 17/04/11)

L'Occhialaio di Ladyhawke

Durante un pomeriggio estivo del 1984, la tribù Weasley si mette in giardino per giocare a Quidditch, come è solita fare. L'inconsueta mancanza di coordinazione mano-occhio di Percy complica parecchio il gioco. Sarà solo imbranataggine la sua, o sarà necessario ricorrere ad uno specialista?
Storia partecipante all'Iniziativa Mestieri e Faccende di Accio e The one hundred prompt challenge! (3419 parole, pubblicata 22/01/11)
Geraldine Fourner si è data allo studio dei Babbani come una pioniera per interesse personale e per delusioni professionali, di certo non per la gloria. Eppure, i suoi libri sono diventati presto dei Best Sellers nella comunità magica: qual è il segreto di questo successo, e cosa, i maghi, vogliono sapere da lei?
Storia partecipante all'Iniziativa Mestieri e Faccende di Accio e The one hundred prompt challenge! (2496 parole, pubblicata 05/01/11)

Piccolo problema peloso di Ladyhawke

Remus non si era mai fatto alcuna illusione su quella che sarebbe stata la sua vita scolastica a Hogwarts; una vita il più possibile schiva e riservata, per evitare seri guai a sé e agli altri.
Che fare dunque, ora che il suo segreto è stato scoperto? Non aveva tenuto conto dell’eventualità che avrebbe potuto farsi degli amici, né che questi sarebbero stati con lui gentili, complici e indulgenti nei riguardi delle sue fantasiose scuse (1709 parole, pubblicata 06/09/10)

Senza fiato di Ladyhawke

Quando ti accorgi che tutto quello in cui hai creduto ciecamente non esiste ed è solo illusione, non restano che due scelte: arrendersi all'evidenza dei fatti o rimediare all'errore compiuto in qualunque modo (2509 parole, pubblicata 02/09/10)

Ninnoli di Ladyhawke

A volte non è necessario niente di sofisticato per dimostrare che si è più femminili di quanto possa sembrare...
Storia scritta per l'iniziativa "Gioco dell'Oca" di Writers Arena" (1801 parole, pubblicata 16/07/10)

Christmas Carol di Ladyhawke

Sirius e la sua giovane fidanzata, Cornelia Lethifold, non riescono ad accordarsi su dove passare il Natale, finendo per litigare, perchè Sirius non ha alcuna intenzione a rinunciare ai propri amici. Riusciranno i tre fantasmi dei Natali Passati, Presenti e Futuri a portarlo a più miti consigli? Mutuato dal racconto di Charles Dickens (10165 parole, pubblicata 19/12/09)
Lily Luna Potter ha fatto del ritratto del fu Severus Piton un amico. Di conseguenza, venendo a sapere che forse è possibile liberarlo dalla sua progione di tela e colore farà tutto ciò che è in suo potere per salvarlo. La domanda è: ci riuscirà la nostra giovane eroina, al suo primo anno ad Hogwarts? (3958 parole, pubblicata 19/12/09)

Grimmauld Place n° 12 di Ladyhawke

Casa Black non è mai stata un posto particolarmente accogliente, o particolarmente adatto a dei bambini. Vediamo com'era possibile sopravvivere, durante l'infanzia di Sirius e Regulus... (3833 parole, pubblicata 12/10/09)