Note alla storia

Autore/data: Ida59 – 21 gennaio 2013
Beta-reader:nessuno
Tipologia:flash-fic
Rating:per tutti
Genere:introspettivo, romantico, commedia
Personaggi: Severus, Personaggio originale
Pairing: Severus/ Personaggio originale
Epoca: Post 7° anno
Avvertimenti: AU
Riassunto:Una scoperta imbarazzante, un sorriso e una risata per vederla… bella. È il seguito di “Sorriso tra le lacrime”
Parole/pagine:  377/2.
Nota: Storia scritta per la sfida “Sette giorni per un sorriso”lanciata da “Il Calderone di Severus”

 

Bella

 
 
Dopo oltre due mesi dal morso di Nagini, Severus Piton cominciava lentamente a riprendere possesso del proprio corpo: la nuova pozione distillata con perizia dalla Guaritrice del San Mungo seguendo i consigli del mago stesso era infine riuscita a far cicatrizzare l’ampio squarcio nel collo impedendo così la continua e debilitante perdita di sangue.
Severus mosse un braccio, piegò la gamba, distese le dita e sfiorò appena  la pelle della coscia; portò l’altra mano sul petto, con lenta circospezione, e ancora trovò solo la pelle a proteggere il suo cuore che di nuovo batteva.
Era nudo.
Spalancò gli occhi: Elyn era lì, come sempre, il sorriso sulle labbra rosse.
Severus arrossì di colpo.
Per la prima volta dal suo risveglio alla vita, il mago schermò rapidamente la mente a proteggere la vergogna della propria nudità.
Elyn si accorse subito che l’accesso ai pensieri di Severus le era impedito. Era strano, perché era il loro unico modo di “conversare” visto che il mago ancora non riusciva a parlare; notò anche l’imbarazzato rossore, così insensato sul volto sempre esangue. Infine, vide il movimento del braccio sotto il lenzuolo leggero e intuì il… problema.
Sorrise indulgente, divertita. Interessata.
Severus osservò il sorriso farsi malizioso ed aleggiare leggero sulle labbra della sua Guaritrice personale, ed arrossì ancora di più.
Elyn scoppiò in una risata cristallina, i ridenti occhi nocciola soffusi di luce:
- Io sono una Guaritrice ricercatrice: distillo pozioni e curo la tua ferita…
La maga si perse per un attimo nell’intenso scintillio degli occhi neri, spalancati nell’attesa della vergogna. Deglutì e si riscosse:
- Altri si sono presi cura della pulizia del tuo corpo, – rivelò infine, ridacchiando allegra. – e io non ho mai curiosato sotto le lenzuola!
Era bella, Elyn, quando rideva. Gli occhi le brillavano di divertita malizia.
Severus rettificò il proprio pensiero, ben protetto da qualsiasi potenziale intrusione.
Era bella, Elyn.
Punto.
- Però ho curiosato parecchio nella tua mente…
Bella.
Bella, e anche impertinente.
Severus cercò di rilassarsi.
Bella.
Quel pensiero si stava facendo ossessivo.
Un pensiero che non riusciva a dominare.
Un pensiero che dilagava incontrollato nel suo corpo che ad ogni minuto ritrovava sempre più la forza di un tempo, travolgendo ogni sua razionale determinazione.
Bella e sorridente.
Il mago sospirò piano.
Troppo bella
 
 

Posta una recensione

Devi fare il login (registrati) per recensire.