La notte scivola lenta. Immobile sotto le lenzuola troppo leggere, rabbrividisci.
Lui lontano.
Ti chiedi se stia dormendo, raggrumato come suo solito in un angolo del materasso.
Chiudi gli occhi ed assapori la sua pelle sudata ed inaspettatamente morbida. Il suo odore ti assale vischioso; i suoi capelli ti pizzicano il volto.
Solo poche ore fa gemeva oscenamente spingendosi in te, gli occhi spalancati e brucianti nei tuoi.
“Ti amo.”
Sei certo di averglielo sentito masticare mentre continuava ad affondare in te, con quel suo bisogno denso ed erotico.
Lo senti quel buco in mezzo al petto, Draco?

Posta una recensione

Devi fare il login (registrati) per recensire.