Recensioni Per Dimentica Marsiglia!
Devi fare il login (registrati) per recensire.
Scrivo di getto perchè volevo condividere le mie impressioni a caldo. La ff mi ha colpito molto nella sua semplicità. mi piace come hai giocato con i personaggi minori, e anche come hai fatto interagire il mondo babbano e il mondo magico, in modo credibile e non scontato. Mi piace vedere la lotta contro Voldemort da un punto di vista diverso. Mi piace l'idea di rappresentare una crescita dei personaggi non unidirezionale: l'idea che non ci siano solo gli harry e i voldemort, i buoni e i cattivi, ma anche persone che fanno scelte o non fanno scelte.
Detto questo, magari più avanti ti scrivo una recensione più sensata! anche perché aspetto la fine. con ansia. aspetto. aspetto. aspetto. aspetto.....

Risposta dell'Autore:

Grazie per le belle parole e spero che la storia continui all'altezza delle aspettative. Ti preannuncio che ho previsto circa 18 capitoli in tutto, quindi per arrivare al finale ci vorranno ancora almeno 3 mesi!

  • Ely79
  • 19/10/11 - 07:03 am
  • Beauxbatons

Nonostante l'inizio esilarante (Totò le Mokò?!?!? Quasi aspettavo che si presentasse il Principe de Curtis in persona, perbacco!), le scene da film con la costa che sfila via (peraltro azzeccatissime nella descrizione), il palazzo incantato sulla scogliera ed il giro turistico di Beauxbatons, questo capitolo ha un retrogusto amaro. Dietro ogni paragrafo si avverte una vena di tristezza, che accompagna Dean fino alla sepoltura dei resti di suo padre. La poesia letta da Maryam è curiosa: mescola un pacato commiato con elementi ludici e vacanzieri, che non sminuiscono affatto il senso delle parole, anzi, lo esaltano. Ora vorrei tanto scoprire lei perché ha seguito Dean e come evolverà il loro incontro in quel luogo così anomalo. Avrei un unico appunto da farti e riguarda il portale della scuola. Dammi pure della rompiscatole, ma è una deformazione professionale che mi porta a questa considerazione. Il legno di pino, generalmente, non è adatto ai grandi portali, per due ragioni: una più estetica ed una pratica. Estetica, perché non si tratta di un legno pregiato, ed i portali, specie nelle dimore nobiliari, impiegavano essenze più "elevate" (es. quarcia, rovere, noce). Pratica perché il legno di pino tende a rovinarsi con facilità, specie se posto in esterni.



Risposta dell'Autore:

Grazie dell'attenzione con cui segui la fanfiction e delle tue azzeccate osservazioni. La poesia è, come specifico nelle note finali, una canzone di Brassens, grandissimo chansonnier francese che era un maestro a sposare i toni alti con quelli popolari, quelli tristi con quelli ludici, e per questo ha trovato qui il suo posto. Sul legno di pino: hai pienamente ragione, quella è stata una notazione introdotta in fretta e furia nella prima stesura e poi sfuggita alle revisioni successive. Se le regole del sito lo consentono, ripescherò il capitolo per sostituire "pino" con "rovere".

  • Ely79
  • 19/10/11 - 06:36 am
  • 5: Madame Khums

Sono un po' in ritardo per questo capitolo, ma ammetto che rileggerlo mi ha fatto apprezzare maggiormente la figura di Maryam. Una giovane competente e gentile, senza dubbio, ma anche molto sola, proprio come Dean in quel momento.  La sua risata dopo l'uscita di scena della Frau è sintomatica. Insisto nel dire che la tua capacità di mescolare dettagli di realtà "altra" alla saga originale è davvero notevole. Anche l'inquadramento della situazione gossip francese è strepitoso. Un vero tocco di stile!

  • Ely79
  • 29/09/11 - 08:05 am
  • 4. Lo scambio

Un capitolo un po' più breve degli altri, ma non meno degno di nota. Comprensibile il disagio ed il dolore velato della madre di Dean, alla scoperta di ciò che era accaduto a consorte. L'idea dei maghi in crisi di fronte alla metro o ad un aereo è esilarante e realistica nel contempo. Buffissimo il servizievole Bébert. Hai reso in poche parole l'intrico dei percorsi dell'aeroporto, già di per sé un luogo complicatissimo da inquadrare in una mappa mentale. Mi piace molto, infine, come hai reso la comistione di personaggi non strettamente inglesi/europei, nell'Ufficio. I maghi cinesi con il loro "animaletto" da compagnia e l'addetta di origini islamiche rendono un po' più variegato il mondo della Rowling. Alla prossima!

  • Ely79
  • 06/09/11 - 10:30 am
  • 2. Al Paiolo Magico

Un capitolo intrigante, sin dall'inizio con la presentazione della moglie di Seamus e del doppio matrimonio dei due, che apre ad innumerevoli riflessioni sul rapporto tra magia e religione di questo fandom. Divertente anche l'accenno di Hannah al fatto che Neville "sicuramente non poterà nessun'altra", indice di una velata gelosia. La seconda parte, col racconto di Seamus, rende benissimo lo stato d'animo vissuto da Dean ed il rivolgimento di fronte con l'arrivo della lettera. Una lettera scritta in un politichese magico perfetto a mio giudizio, visto che dà la buona notizia, ma al tempo stesso fa notare che le acque non si sono ancora calmate del tutto. L'accenno alle presunte irregolarità del campionato è poi un tema molto attuale, complimenti per averlo inserito. Ora sono curiosa di scoprire cosa abbia da dire Harry a Dean di tanto misterioso. Insomma, da uno che chiama la sua nuova civetta Edvige Seconda, non so proprio cosa aspettarmi... Rinnovo i miei complimenti per la tua capacità di inserire spunti estremamente interessanti colti da altri libri e da realtà nuove: sono un vero tocco di classe. Alla prossima!

Sono veramente curiosa di sapere il seguito della storia, e le avventure accadute al povero Dean! *Fortuna che qualcuno, ogni tanto, si ricorda di Dean e Seamus

  • Melrose
  • 31/08/11 - 11:04 am
  • Prologo in aria
Mi è piaciuto! l'ho letto tutto d'un fiato. Complimenti, scritto bene e scorre facilmente. In più il finale lascia con la voglia di sapere il seguito!
  • Ely79
  • 29/08/11 - 06:05 am
  • Prologo in aria

Sono molto colpita da questo inizio. Hai saputo descrivere magnificamente la partita, anche senza scendere nei dettagli. Le descrizioni di Lee e Brevis, per quanto fatte con due stili differenti, rendono benissimo la concitazione del momento, la tensione, la velocità. E la pausa ubblicitaria, sfruttata da Lee per bere e salutare amici e fidanzata, dà una nota di reale al tutto. Ora sono curiosa di scoprire gli esiti della decisione di Dean e perché bisogna dimenticare Marsiglia!

Devi fare il login (registrati) per recensire.