Avvertimenti: Nomi Originali
Altri risultati: 10 Serie
Storie

Harry nasconde un segreto ai suoi amici, e un pezzo di questo segreto non lo conosce nemmeno lui.

(2513 parole, pubblicata 18/04/17)

Conosciamo tutti la storia del maghetto più famoso di tutti i tempi, ma qui non si parla del ragazzo che è sopravvissuto. Questa è la storia della strega più brillante della sua età, Hermione Jean Granger, da ciò che già sappiamo, come l'indissolubile amicizia con Harry Potter e Ronald Weasley, a ciò che non ci è stato dato sapere: il suo arrivo a Hogwarts, le sue conquiste, le sue emozioni e le sue insicurezze.
[...]Ma era proprio questo il punto: Hermione non era una persona "normale" [...]Il suo problema non era tanto quel bisogno di imparare a memoria tutti i libri prima ancora dell'inizio dell'anno scolastico, ma il fatto che senza volerlo, delle volte, faceva accadere cose strane; cose che proprio non si sapeva spiegare
Questa fanfiction è liberamente ispirata ai libri di Harry Potter, scritti da J.K. Rowling. La grande maggioranza dei personaggi è dunque di sua proprietà, così come la maggioranza dei temi e delle ambientazioni. Per ulteriori informazioni leggere la nota posta all'inizio del primo capitolo. Grazie.

(3228 parole, pubblicata 26/01/17)

Prelude to the Dawn di Malika

In quel momento, a differenza di tutte le altre volte, il giovane Gryffindor non sentiva nulla, era come se il suo cuore fosse stato non solo murato e sepolto, ma anche completamente distrutto perché non potesse mai ricominciare a battere davvero. L'alba, quella volta, non gli diceva nulla. Oh, razionalmente sapeva che era l'alba di una nuova era, ma chi c'era per godersela, per viverla? La Battaglia di Hogwarts è terminata, ma non ci sono feste, non c'è gioia nell'aria: sono troppi i caduti, anche solo per contarli. Harry si ritrova davanti a un bivio: cosa fare ora che tutti quelli che ama sono morti?
(1400 parole, pubblicata 03/08/16)
«Sai… Alphard mi diceva che avrei dovuto stare a attenta a te.» disse, pacata. Orion ridacchiò.
«Non ho dubbi.» rispose; il tono beffardo sfumò nella preoccupazione «E tu, avevi paura?»
«No. Avevo trascorso anni a tentare di passare per ciò che non ero. Vedevo come mi guardavi. Con te non avrei dovuto fingere, e mi bastava.»
Orion serrò la mascella. Dopo tutto quel tempo, quel periodo si era trasformato in un ricordo sbiadito; non per lei, evidentemente. Chissà quanto aveva sofferto.
«Non capivano niente, quelli lì.» sbuffò. Walburga deglutì.
«Tutti ti trovano irascibile e impulsivo. Eppure, con me sei stato paziente. Non avrei mai creduto di riuscire ad arrivare a tanto.»
Orion le si avvicinò, il petto premuto contro le sue scapole. Le prese la mano.
«Te lo dovevo, era il minimo. Non avrei mai sopportato un'altra.»

[Spin-off di Direzioni diverse] (24261 parole, pubblicata 03/08/16)

Direzioni diverse di Tone

Si tirarono le coperte fin sopra la testa, sdraiate tanto vicine che le loro gambe si intrecciavano. Il respiro di Meddie le solleticava la guancia. Era calda, sua sorella; un caldo piacevole, quel dolce tepore che nessun pupazzo le aveva mai donato. Era viva.
L'Elfa era lontana, e anche il cane. Quella cappa le proteggeva, lì niente avrebbe potuto raggiungerle.
Screeeek.
Tranne quello scricchiolio. Andromeda le prese la mano.
«Saremo sempre insieme, noi due.» le sussurrò Bellatrix, per tranquillizzarla «Un giorno andremo a vivere in una grande casa, con un giardino, e senza nessun rumore.»
La stretta si allentò; Bellatrix intrecciò le proprie dita con quelle di Meddie, impedendole di ritrarre la manina.
«Giuramelo.»
«Lo giuro.» mugugnò lei, con un sonoro sbadiglio.
Bellatrix chiuse gli occhi. Per quella notte non sarebbero giunti altri incubi. Non era più sola.

[Antefatto incentrato su Cygnus/Druella, Orion/Walburga, Alphard] (20649 parole, pubblicata 03/08/16)

Non lo ha fatto di Bellatrix Black

E se quella notte, nell'Ufficio Misteri fosse morta Bellatrix, al posto di Sirius, come sarebbe andata?

Qualcuno si è mai chiesto quanto la morte di un solo personaggio possa influenzare sul resto della storia? Be io si e quindi eccomi qui... buona lettura!

(352 parole, pubblicata 26/06/16)

Cosa sarebbe accaduto se Sirius Black non fosse stato cresciuto da Walburga Black ma da un'altra donna?
Sarebbe stato lo stesso ragazzo ribelle che conosciamo tanto? Suo padre Orion avrebbe avuto più spazio di manovra nella sua educazione? Dove sarebbe finito, a Hogwarts?
Cercherò di dare una risposta a queste domande con questo mio "esperimento", che vede un Sirius Black diverso ma al tempo stesso simile a quello targato J.K. Rowling.
Spero possa piacervi.
Il titolo mi è stato ispirato da una canzone degli Opeth, e significa "Erede Legittimo". 

(6248 parole, pubblicata 13/09/14)

E se Snape fosse stato salvato dal morso di Nagini..? What if/AU narrata in terza persona ma dal punto di vista di Snape, il che consente un grosso lavoro di introspezione del personaggio. Il personaggio evolverà significativamente lungo la storia, ma è mia intenzione EVITARE il più possibile OOC, quindi i cambiamenti avverranno gradatamente (e sarà una long-fic).

Grande spazio nella storia avrà il rapporto con Minerva McGonagall e con Lily Luna Potter (quest'ultimo però molto avanti, prevedo non prima del cap 20); spazio minore ma comunque importante avrà il rapporto Harry/Snape e Hermione/Snape

(2138 parole, pubblicata 22/10/14)

Dodici anni sono passati dalla seconda battaglia di Hogwarts. Dopo una brillante carriera da Auror, Harry Potter si vede offrire da Adrian Sharpmind, capo del servizio segreto, l'offerta di ereditare il suo posto. L'ex Bambino Sopravvissuto accetterebbe anche, se non scoprisse che il miglior agente segreto d'Inghilterra è Draco Malfoy, assieme allo scrittore in erba Fletus Chattongue e alla combattiva rossa Alyx Slaydrake. E così Sharpmind si vede costretto a raccontare ad Harry cosa è successo alla sua nemesi. E' l'inizio di un racconto che parte dalla fine della guerra, quando un abbattuto Draco Malfoy accetta l'offerta di Sharpmind di lasciare Hogwarts per diplomarsi in un'altra scuola magica inglese, dove si insegnano anche materie Babbane, per poi entrare nel servizio segreto. Sarà per lui solamente il principio di una nuova vita, con nuovi amici, nuove passioni... e una ragazza particolare, a lui legata da un oscuro destino.

(75692 parole, pubblicata 09/07/12)
La Serpe Argentata è un circolo esclusivo dove solo i maghi ricchi e purosangue possono accedervi.
In quel luogo si consumano tè, pranzi e cene tra i maggiori esponenti purosangue di tutta la Gran Bretagna.
Da secoli che il circolo ospita solo ed esclusivamente i discendenti degli antichi membri che decisero di fondarlo.
Ma ora, dopo quattro anni dalla distruzione di Voldemort, (31801 parole, pubblicata 25/07/08)

Inghilterra, anno 1815. Severus Piton viene rilasciato da Azkaban dopo 19 anni di galera. Incattivito e amareggiato, viene però miracolosamente indirizzato a nuova vita dopo l'incontro con un anziano mago molto speciale. Finirà a prendersi cura di una bambina, Luna, figlia di un'infelice prostituta, mentre continuerà a scappare dal poliziotto Lucius Malfoy, deciso a riportarlo in cella. E nel 1832, la sua storia, e quella di Luna ormai cresciuta, si intreccerà con quella di un gruppo di studenti ribelli al potere.  

***

Adattamento del romanzo di Hugo, oltre che del film musical attualmente nelle sale con Hugh Jackman, Russell Crowe e Anne Hathway.

(3104 parole, pubblicata 19/02/13)
Albus Severus Potter è sempre stato considerato in famiglia un bravo ragazzo, timido, tranquillo ed introverso. In realtà, nel corso dei suoi sette anni ad Hogwarts egli ha dato prova di essere altrettanto soggetto ai vizi dell'uomo, sperimentandoli tutti e sette nei confronti di un certo biondo scorpione ... (13435 parole, pubblicata 08/03/11)

Grazie a Godric, anche per Potter è arrivato il momento di crescere.

(38351 parole, pubblicata 11/03/11)

Re di Aringhe di Helena Velena

Il piccolo Severus va al mercato di Spinner's End. (759 parole, pubblicata 22/03/11)

Solo per te di kla

Lui voleva vivere. Voleva portare a compimento quella missione di cui si era fatto carico sedici anni prima.
E soprattutto non voleva più fingere.

(1428 parole, pubblicata 05/03/11)