Generi: Generale
Altri risultati: 30 Serie
Storie

1 aprile 1999

Era domenica. George se ne accorse solo dopo aver scrutato La Gazzetta del Profeta. Domenica 1 aprile. Il suo ventunesimo compleanno. Eppure, non era come gli anni precedenti: era il primo compleanno senza Fred.

(1764 parole, pubblicata 21/07/11)

Solo una pozione? di GiouGiou

Hermione Granger, la strega più brillante di Hogwarts, si ritrova, suo malgrado, innamorata della sua stessa nemesi: Draco Malfoy. Per avere una possibilità con il bellissimo Serpeverde, Hermione si ritrova a fare qualcosa di cui non si sarebbe mai creduta capace.. e, ovviamente, niente (o quasi) andrà per il verso giusto!

(4257 parole, pubblicata 07/07/11)

Come Diceva Suo Padre di SunlitDays

Cinque momenti della vita di Vernon Dursley.


Quarta classificata al contest "Happy drabble to you - the return" di Erica Weasley

(495 parole, pubblicata 21/05/11)

Amore. Ecco il tema principale di questa raccolta. Coppie canon? Certo, perchè no? Coppie che potevano esserci? Certo che sì. Coppie inventate dettatemi dai fan? Sempre bene accette. Personaggi da soli (non necessariamente che trattano d'amore)? Scontato, sono un must. Sono song-fic, canzoni per una buona parte prese dal mio repertorio, ma quando le avrò finite chiederò a voi, miei cari, attraverso le recensioni di consigliarmi canzoni per personaggi o coppie. Beh, che altro dire? Enjoy it! =D

(2018 parole, pubblicata 22/06/11)

« Ma poi Silente diventò Preside, e trovò la soluzione. Disse che se prendevamo alcune precauzioni non c'era motivo per cui io non potessi venire a scuola... » Lupin sospirò e guardò apertamente Harry. « Qualche mese fa ti ho detto che il Platano Picchiatore fu piantato l'anno che sono arrivato a Hogwarts. La verità è che fu piantato perché sono arrivato a Hogwarts. Questa casa... » e Lupin si guardò intorno desolato, « ...e il tunnel che porta qui... furono costruiti per me. Una volta al mese mi facevano uscire di nascosto dal castello e venivo qui a trasformarmi. L'albero fu messo all'entrata del tunnel per impedire a chiunque di incrociarmi quando ero pericoloso »
(Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban)

(2498 parole, pubblicata 13/07/11)

Il mio più grande eroe di Fri Rapace

Teddy ha dodici anni e ama frugare tra le cose appartenute ai suoi genitori e al nonno. La sua ultima scoperta è stata una vera sorpresa e ora gli serve solo il permesso della nonna per poterla portare con sé a Hogwarts.

Fanfiction scritta per il: "Uno per tutti: un giorno per iniziare, un filmato per ricordare e un disegno..."

 

(2100 parole, pubblicata 19/07/11)

Il Mago e la Morte di miki

Il momento in cui sirius passò dal mondo dei Vivi a quello dei Morti.

(438 parole, pubblicata 16/07/11)

Farfalle di carta di sophie

Siamo alla fine del primo anno e Silente decide di fare un regalo un po’ particolare a Neville: un ricordo di sua madre. 

(1997 parole, pubblicata 17/07/11)

Ted non avrebbe mai dimenticato il giorno in cui scoprì che tutti i Purosangue - nessuno escluso, neanche la Serpeverde carina con i capelli ricci - erano solo dei bastardi razzisti il cui scopo della vita era rendere la vita un inferno a quelli come lui.

 

Scritta per il Contest "Contest a turni - Only nine" indetto da _Aras_

(1988 parole, pubblicata 17/06/11)

Il passato è oggi di Ponyo12

Harry deve scontare una punizione con la Umbridge, quindi dopo cena s'incammina controvoglia nel suo ufficio. Ma, si sa, alle scale piace cambiare...

Subito vide davanti agli occhi una sorta di nebbia e, quando si diradò, nulla gli parve più reale. Si sentiva leggero e inconsistente come un fantasma. Sentì di avere varcato la soglia di un altro mondo, il mondo che si trova accanto al nostro e che visitiamo nei sogni.*

(questo pezzo* è stata preso da "La leggenda di Otori" e adattata al testo)

(885 parole, pubblicata 24/05/11)

Istinto materno di Ladyhawke

Anno 1985: da un bel pezzo, ormai, Hogwarts non sa più dove raccattare un insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure, perchè questi puntualmente, ad ogni giugno, svaniscono lasciando il Preside con un pugno di mosche. Ad Albus Silente non resta dunque che ripiegare su conoscenti, amici e tutti coloro che sono disposti a fargli questo favore. Nessuno ha fatto però i conti con Severus Piton, docente di Pozioni che concupisce la cattedra di Difesa da anni. Sarà inevitabilmente guerra: chi la spunterà?
Vincitrice del contest di Writers Arena: Hey, teacher, leave them kids alone! (7552 parole, pubblicata 17/04/11)

Vesper, l'imbrunire di Exelle

Un'altra allegra e spassosa storia sulle disgrazie, apparentemente senza fine, di Severus Piton. Tratta da una 'costola' del Dono.

(829 parole, pubblicata 27/04/11)

At the end of July di Annaf85

[...]Neville lo guardò come se improvvisamente si fosse trasformato in un ragno gigante: «Che giorno è oggi?» domandò dopo qualche secondo.
«Il 25 luglio», rispose pronto Harry, ma non capendo dove Neville volesse andare a parare.
«Bene, vedo che non confondi un giorno per l’altro. Comunque di solito a quest’ora avevo la casa decorata da cima a fondo in vista del mio compleanno», spiegò tranquillamente l’altro, iniziando a sorseggiare la bevanda che aveva davanti.[...]
(7539 parole, pubblicata 06/08/09)

Tutta colpa di una pozione di sophie

[...]“La sua pozione merita di essere valutata come tutte le altre! Mi rivolgerò alla McGranitt, o al Preside se necessario.”
Nell’aula, tra i pochi studenti rimasti, si era creato un silenzio innaturale, e tutti passavano lo sguardo, completamente basiti, da Hermione a Piton, che si fissavano con astio. Il professore però improvvisamente cambiò espressione, e con voce melliflua propose “Bene, visto che è così convinta della validità della pozione del signor Potter, non avrà niente in contrario a provarla personalmente, giusto?”[...]
Da questo nascerà una giornata un po' particolare per Hermione e successivamente per Draco :) Buona lettura!

(5919 parole, pubblicata 02/03/11)

Be Proud di Quistis

Percy non riesce a credere che Fred sia morto. Cosa deve fare adesso? Cosa può fare?
Doveva reagire.
Sbatteva gli occhi, immobile, incapace di dire qualcosa. Forse stava piangendo. Dovette toccarsi il viso per rendersene conto.
[...] Nella corsa, si accasciò a terra. Le sue memorie venivano violate. 

(902 parole, pubblicata 31/01/11)