Altri risultati: 65 Serie
Storie

Lamia di barry_doyle

"Lo sai perché la neve è bianca? Perché non ricorda più il suo vero colore"


Ascesa e caduta di Tom Orvoloson Riddle.
Perché ogni medaglia ha il suo risvolto e ci sono storie,cattive storie, che meritano di essere raccontate.

Ricordo soprattutto i silenzi. Dei silenzi gelidi come neve, a penetrare il tempo e renderlo fitto e nello stesso momento lieve, lungo il laccio immaginario a legare due sguardi fissi, del tutto diversi, in quel loro agganciarsi nell’altro.

 

(41507 parole, pubblicata 02/07/15)

Prelude to the Dawn di Malika

In quel momento, a differenza di tutte le altre volte, il giovane Gryffindor non sentiva nulla, era come se il suo cuore fosse stato non solo murato e sepolto, ma anche completamente distrutto perché non potesse mai ricominciare a battere davvero. L'alba, quella volta, non gli diceva nulla. Oh, razionalmente sapeva che era l'alba di una nuova era, ma chi c'era per godersela, per viverla? La Battaglia di Hogwarts è terminata, ma non ci sono feste, non c'è gioia nell'aria: sono troppi i caduti, anche solo per contarli. Harry si ritrova davanti a un bivio: cosa fare ora che tutti quelli che ama sono morti?
(1400 parole, pubblicata 03/08/16)
«Sai… Alphard mi diceva che avrei dovuto stare a attenta a te.» disse, pacata. Orion ridacchiò.
«Non ho dubbi.» rispose; il tono beffardo sfumò nella preoccupazione «E tu, avevi paura?»
«No. Avevo trascorso anni a tentare di passare per ciò che non ero. Vedevo come mi guardavi. Con te non avrei dovuto fingere, e mi bastava.»
Orion serrò la mascella. Dopo tutto quel tempo, quel periodo si era trasformato in un ricordo sbiadito; non per lei, evidentemente. Chissà quanto aveva sofferto.
«Non capivano niente, quelli lì.» sbuffò. Walburga deglutì.
«Tutti ti trovano irascibile e impulsivo. Eppure, con me sei stato paziente. Non avrei mai creduto di riuscire ad arrivare a tanto.»
Orion le si avvicinò, il petto premuto contro le sue scapole. Le prese la mano.
«Te lo dovevo, era il minimo. Non avrei mai sopportato un'altra.»

[Spin-off di Direzioni diverse] (24261 parole, pubblicata 03/08/16)

Direzioni diverse di Tone

Si tirarono le coperte fin sopra la testa, sdraiate tanto vicine che le loro gambe si intrecciavano. Il respiro di Meddie le solleticava la guancia. Era calda, sua sorella; un caldo piacevole, quel dolce tepore che nessun pupazzo le aveva mai donato. Era viva.
L'Elfa era lontana, e anche il cane. Quella cappa le proteggeva, lì niente avrebbe potuto raggiungerle.
Screeeek.
Tranne quello scricchiolio. Andromeda le prese la mano.
«Saremo sempre insieme, noi due.» le sussurrò Bellatrix, per tranquillizzarla «Un giorno andremo a vivere in una grande casa, con un giardino, e senza nessun rumore.»
La stretta si allentò; Bellatrix intrecciò le proprie dita con quelle di Meddie, impedendole di ritrarre la manina.
«Giuramelo.»
«Lo giuro.» mugugnò lei, con un sonoro sbadiglio.
Bellatrix chiuse gli occhi. Per quella notte non sarebbero giunti altri incubi. Non era più sola.

[Antefatto incentrato su Cygnus/Druella, Orion/Walburga, Alphard] (20649 parole, pubblicata 03/08/16)

Love, Lily di GiseleDiCaprio

Lily e Scorpius si conoscono grazie ad Albus durante le vacanze estive e in poco tempo diventano amici.
Si scambiano lettere, biglietti su tutto ciò che fanno.
Attraversando le prime cotte, litigate la loro amicizia attraverserà forti sbalzi restando sempre solida e sincera, fin quando Scorpius non sembra fare per davvero sul serio con una ragazza e Lily si accorge di essere terribilmente gelosa.

(1312 parole, pubblicata 24/07/15)

Harry e Draco, Auror professionisti, sono costretti a cooperare in una delicata missione che porterà sentimenti repressi per anni ad uscire allo scoperto in modo improvviso ed inaspettato.

Riusciranno i due a trovare un punto di equilibro o verranno sopraffatti dalle loro stesse emozioni?

Cosa si nasconde realmente dietro l’alone di mistero che avvolge “La casa delle bambole”?

Beh, non resta che scoprirlo.

(3288 parole, pubblicata 13/05/15)

Crash di _Angel_

Harry, giovane scrittore, evita miracolosamente un incidente che lo porta a cambiare stile di vita e a darsi ai locali notturni.

Sarà proprio in uno di questi che farà una piacevole conoscenza, ma a chi appartengono le voci che continuano a tormentare il suo sonno?

(843 parole, pubblicata 13/05/15)

Now you see me di Lilith_Young

«Tu non capisci» esplose Draco «È solo colpa sua! Sua, se mio padre è ad Azkaban. Sua, se la mia famiglia è distrutta. Sua, se niente sarà più come prima!» 
Il moro storse le labbra e replicò: «No, Draco. È solo merito suo. Merito. E se proseguirai nel tuo stupido intento, distruggerai entrambi».

(1336 parole, pubblicata 18/03/15)

Primo settembre, Londra, stazione di King's Cross, binario nove e tre quarti.
Come sempre, anche in quel giorno, la vita dava dimostrazione della sua crudele indifferenza allo scorrere del tempo e alle persone che erano state strappate via dal giardino del mondo.
Il sole continuava a sorgere, il vento a soffiare forte, la pioggia a cadere incessante, mentre a soli pochi mesi di distanza si era consumata la tragedia della Seconda Guerra Magica.
Il dolore avviluppava nelle sue spire scure le anime scucite dei superstiti, mentre i cuori sanguinavano per le ferite inferte dalle perdite subite.
Eppure eccoli lì, riuniti sul binario che aveva sancito il loro ingresso nel mondo degli adulti, gli studenti che avevano combattuto quell'ultima battaglia, pronti a concludere il percorso iniziato insieme anni prima, inconsapevoli della nuova minaccia che si profilava all'orizzonte.

(2108 parole, pubblicata 09/02/15)

Cosa sarebbe accaduto se Sirius Black non fosse stato cresciuto da Walburga Black ma da un'altra donna?
Sarebbe stato lo stesso ragazzo ribelle che conosciamo tanto? Suo padre Orion avrebbe avuto più spazio di manovra nella sua educazione? Dove sarebbe finito, a Hogwarts?
Cercherò di dare una risposta a queste domande con questo mio "esperimento", che vede un Sirius Black diverso ma al tempo stesso simile a quello targato J.K. Rowling.
Spero possa piacervi.
Il titolo mi è stato ispirato da una canzone degli Opeth, e significa "Erede Legittimo". 

(6248 parole, pubblicata 13/09/14)

Dal primo capitolo:


Jeanette Reynolds sospirò guardando l'enorme orologio che stava appeso alla parete della Biblioteca, con un movimento fluido liberò i lunghi capelli castano dorati, fino a quel momento trattenuti dalla bacchetta, e li mosse più volte, cercando di separare gli eventuali nodi che si erano andati formando durante il lungo corso della sua sessione di studi. Diventare Medimaga si stava dimostrando molto più duro di quanto prospettato, ma la sua passione era aiutare la gente, e quindi, per nulla al mondo avrebbe mollato. La sessione di esami si stava avvicinando, e ovviamente Jeanette si era rinchiusa in biblioteca e aveva quasi completamente dimenticato amici e famigliari. Si tolse gli occhiali e li poggiò sopra il librone aperto, massaggiandosi poi le tempie e cercando di rillasare gli occhi nocciola, ormai stanchi per il troppo studio. Sospirò ancora. Era in ritardo, per l'ennesima volta, al compleanno di sua cugina Maggie e queta volta, ne era quasi completamente sicura, Maggie non gliel'avrebbe fatta passare liscia tanto facilmente. Era dicembre, la neve era caduta pesantemente nei giorni precedenti e l'aria fredda la costrinse a indossare il cappello di lana che tanto odiava, mentre si dirigeva verso quella che si sarebbe dimostrata -anche se ancora non lo sapeva -la notte più importante della sua vita. 

(592 parole, pubblicata 13/09/14)

The Keepsake Tales di ChocoCat

"Hermione raccolse la borsetta di perline dalla sedia accanto alla propria e si avviò verso il piano di sopra per entrare nella prima camera che avesse trovato. Si ritrovò davanti al letto sfatto di Ron; sul davanzale della finestra c’era una boccia di vetro vuota, il vecchio Deluminatore e la sua bacchetta. I ricordi la sommersero; in quella stanza, strategie, ansie, affetti, paure, e ancora gioie, disappunto, e amori senza fine…"
Seguiamo le vicende di una Hermione che sta per cambiare definitivamente la rotta della propria vita (e se non lo sapete ancora, sappiate che non andrà come previsto!), un vivace Ronald pronto a tutto - anche a un'avventura nella jungla nera in mezzo ai ragni-, una Ginevra alle prese con il vaiolo magico brasiliano e un passato pronto a ribollirle contro, un Seamus con il suo più grande sogno inconfessato, ed infine... Harry, che dovrebbe avere la mente vuota e non sentire mal di testa da un bel po', ma è risaputo... nella vita... non si sa mai cosa ci aspetta!
-Choco-

(11401 parole, pubblicata 01/05/14)

How to save a life di Eveine

A volte, quando tutto sembra andare storto, quando sei sull'orlo di un baratro, le uniche persone che possono salvarti sono i tuoi amici.
Charlotte Paciock, Noah Baston e James Potter: tre amici, una storia.

(4618 parole, pubblicata 27/04/14)

"I'm sorry I have to say it but you look like you're sad 
Your smile is gone; I've noticed it bad 
The cure is if you let in just a little more love
I promise you this, a little's enough"
(A little's enough, AVA)


Harry e Draco si ritrovano, per caso, a dividere la stanza nel dormitorio dell'università della magia. Inizialmente la loro convivenza sarà un vero disastro, ma col tempo impareranno a conoscersi meglio e a condividere le loro emozioni, fino a rendersi conto di essere due facce della stessa medaglia.
Questa storia è ancora in fase di produzione e la dedico a tutti coloro che credono in me e mi supportano.

(707 parole, pubblicata 13/04/14)

Vivere nell'ombra dei genitori è sicuramente difficile, ma nuove avventure aspettano la next generation!

(564 parole, pubblicata 22/03/14)